Spettacoli Teatrali
Dove dormire?

5^ edizione della Rassegna Teatrale Invernale a Sirolo

Tipo evento: Teatro

Da

Giovedì, 22 Novembre 2018 Fino a Mercoledì, 10 Aprile 2019

5^ edizione della Rassegna Teatrale Invernale a Sirolo - Teatro Cortesi

Il sipario si alza sabato 13 ottobre con Luca Violini, accompagnato dalla soprano Rosa Sorice e dal pianista Davide Caprari, che con il suo spettacolo “FA-LENTO Il destino di un genio” ci accompagna in un viaggio attraverso la vicenda umana e sentimentale di Giacomo Puccini, che vuole essere un pretesto per cogliere come si collocano, in tutto quel tourbillon di donne, di successi internazionali e di grandi temi, le opere immortali che tutto il mondo ci invidia. Intero 15 euro, ridotto 10 euro.
A seguire sabato 20 ottobre 3 attori professionisti marchigiani (Elena Fioretti, Gian Paolo Valentini, Silvia Bertini) di Magma Associazione Culturale e la band Feedback in July (Luca Galassi alla chitarra, Alessandro Nardi al basso e Gian Luigi Mandolini alla batteria) ci propongono “CIAK WE PLAY!” Cosa succede quando la musica evoca immagini, parole, scene di un film? E’ il titolo di un surreale programma radiofonico/teatrale dove speaker, attori e musicisti giocano, dal vivo, con le suggestioni sonore, accostando alla musica dialoghi e monologhi di film, da riscoprire o da indovinare. Serata abbinata alla formula APERITEATRO.
Venerdì 26 ottobre arriva “BENEDETTO AUTUNNO”, il primo momento musicale della stagione con 4 giovani cantautori (tre marchigiani ed uno romagnolo), Luca Dolci, Alessandro Pellegrini, Igor Pitturi e Michele Serrani che, nella stagione preferita per comporre, ci faranno ascoltare tutte le loro canzoni in un concerto unico di parole e musica.
Serata abbinata alla formula APERITEATRO. Si continua con la musica a suon di chitarra venerdì 9 novembre con “GAETANO GUARDINO IN CONCERTO”, un viaggio nella storia della musica, dalla classica al rock. Serata abbinata alla formula APERITEATRO.
L’ultima serata musicale è dedicata a tutta la famiglia sabato 1 dicembre con il “TRIBUTO A NEK”, di Alessandro Lunardi Band che ci farà vivere momenti emozionanti con le più belle canzoni del grande artista italiano. Serata abbinata alla formula APERITEATRO.
Gennaio apre le porte ad una commedia in vernacolo anconetano “AI TEMPI DE STAMIRA Il coraggio delle donne doriche” sabato 12 gennaio, della Compagnia Teatrale Fuoricopione, che racconta con ironia l'assedio della città di Ancona nel 1174 e ripercorre le vicende di Stamira, l'eroina protagonista dell'epoca. Le donne doriche, coraggiose e mai rassegnate, grazie al buon senso e all'ingegno, riusciranno a resistere all'assedio e a sconfiggere il nemico.
Mentre sabato 19 gennaio ci si potrà scatenare con lo spettacolo di improvvisazione teatrale “CATCH IMPRO’” di Teatro Terra di Nessuno ad alta interazione con il pubblico. In un ring da catch/box due squadre composte da due attori ciascuna si sfidano a colpi di battute esilaranti, un inflessibile arbitro controllerà l’andamento dell’incontro e la sua regolarità. Sarà alla fine il pubblico a decretare la squadra vincitrice.
Le risate continuano sabato 2 febbraio con lo spettacolo WWW.SCAMPAMORTE.COM della Compagnia Teatrale Millepiedi e le coreografie del Gruppo Danza Dorothy. Una commedia brillante in due atti. All’agenzia funebre di Fortunato e figlia Addolorata, il fidanzato, Felice Agonia, un patito per la tecnologia, vuole trasformare la vecchia agenzia in una moderna di servizi ma ne combina di tutti i colori. Non si ride della morte, ma degli aspetti grotteschi che ha sui vivi. Non mancano la vedova e numerosi colpi di scena con il defunto Cav. Onofrio. E che dire dell’inserviente, che ha tutti i mali del mondo? Una vera miriade di risate.
L’improvvisazione ritorna sabato 16 febbraio con lo spettacolo “HAROLD” di Teatro Terra di Nessuno, un format nato negli anni settanta negli Stati Uniti e diventato uno degli spettacoli di improvvisazione più rappresentato a livello mondiale. Da una parola, infiniti mondi: comico, poetico, caotico, scanzonato, drammatico, irriverente, logico… o più storie che fondono diversi linguaggi teatrali. Tutto nascerà da una parola e dalle mille associazioni che ne scaturiranno, per creare uno spettacolo unico e irripetibile.
Dal divertimento al dramma, la rassegna prende il largo con l’eccezionale bravura di Marco Cortesi e Mara Moschini che con il loro teatro civile ci presentano “IL MURO” Berlino 1961-1989, sabato 2 marzo. Un racconto di quattro indimenticabili storie vere di determinazione, coraggio e fede nel nome della libertà e del rispetto dei diritti umani. Attraverso reali testimonianze ascolteremo la storia di chi ha deciso di sfidare il Muro più famoso del mondo, che ha diviso una città per 28 anni provocando la morte di centinaia di persone, e di chi alla fine è riuscito a farlo cadere per sempre. Serata abbinata alla formula APERITEATRO.
Spettacolo più leggero invece sabato 16 marzo “ICARO” di e con Aurelia Cipollini giovane attrice professionista marchigiana e Massimo Donno che ha curato anche le musiche. Tratto dal racconto "Icaro" di Francesco Guccini, lo spettacolo narra di un'insolita amicizia tra un bambino e un signore. Ricordando la leggenda ovidiana dell'inventore Dedalo e di suo figlio Icaro, i due protagonisti, appassionati dell' "Arte del rovistare", saranno complici nella conquista di un sogno: volare. 
Ritorna, domenica 24 marzo, lo spettacolo pomeridiano alle ore 17.30 dedicato all’opera “L’ELISIR D’AMORE” di Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romani. Melodramma giocoso in due atti. La storia ruota attorno alle vicende dell'umile contadino Nemorino, innamorato di Adina ed incapace di dichiararsi. L'equilibrio viene bruscamente interrotto con l'arrivo di Dulcamara, che - fingendosi un dottore - vende a Nemorino un fantomatico elisir d'amore... Con la direzione artistica di Norma Raccichini e la regia di Roberto Ripesi, al pianoforte Claudio Marchetti e la corale “Federico Marini” diretta da Luigi Marinelli.
La stagione teatrale si conclude con uno spettacolo poetico, “DE’JA’ VU Storia di un giovane sognatore” sabato 6 aprile, che affronta temi come il senso della vita e il significato dell'amore e dell'amicizia. Ispirato alla storia del Piccolo Principe, lo spettacolo narra, in forma comica, di un giovane che si sente straniero nella propria terra e che scopre il suo deserto tra le pareti di una stanza. Il ricordo di un amore si fa sogno e si confonde con la grottesca realtà della società che lo circonda. Di e con Giulia Fratini e Fabrizio Pagliaretta, giovani attori professionisti marchigiani. Inizio spettacoli ore 21.15.


Ingresso 10 euro, con aperitivo 15 euro.
Si consiglia la prenotazione, obbligatoria per l’aperitivo.
INFO e PRENOTAZIONI: 

Info utili

+39 +39 338 5811069
Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet